Notre Dame de Paris

 
 
Il 26 settembre sono andata con Antonelle, Eleonora e Ciro all’Arena Flegrea a vedere Notre Dame de Paris!!
Ci siamo incontrati alle 19 all’ingresso e abbiam fatto un pò di foto nell’attesa…poco dopo el 20 hannoa perto le porte e….ci siam aggiudicati la prima fila centrale nella superpanoramica(costo 26 euro)!!!
Lo spettacolo iniziava un’ora dopo quindi ci siam concessi una bella pausa mangereccia…panini, puff, arachidi…il tutto condito da foto mooolto buffe!!
Poi alle 21 circa….
 E questo è il tempo delle Catteeedraaaliiii  …
Lo spettacolo era bellissimo..i ballerini fantastici, gli acrobati straordinarii…erano talmente bravi che spesso le canzoni non le sentivo proprio, anche se erano bellissime!!!
In particolare la coreografia di Cuore in me…STU-PEN-DA!!!!
Tutto era perfetto..perfino le poche gocce che ha iniziato a fare poco prima della fine del primo atto erano quasi gradevoli…
solo che….la pioggerellina è diventata pioggia e, anche se eravamo ben attrezzati con ombrelli, teloni e giacche impermeabili, a quanto pare la struttura non lo era altrettanto e quindi ci hanno comunicato che lo spettacolo veniva cancellato causa inagibilità del palco .
…con tanto di rimborso completo del biglietto
Siam quindi andati a prendere la mitica FUFY e Ele&Ciro ci hanno accompagnate a casa di Anto…
..ma mica poteva finire qui!?!?
Sotto casa abbiam fatto uno spuntino sexy: il rotolo al cioccolato super-sexy portato da Ele&Ciro 
Abbiam continuato a commentare lo spettacolo e altre chiacchiere concludendo che abbiam visto gratis mezzo spettacolo, quindi ci è andata bene!!!
La serata è stata davvero piacevolissima…e ora ho solo ancora più voglia di veder di nuovo  questo meraviglioso spettacolo…possibilmente senza imprevisti stavolta!!!
 
E…beh…ormai Il Tempo delle Cattedrali è diventata la mia ossessione!!
Voglio sposarmi il poeta Grongoire e…mica sono scema come Esmeralda!..L’amore glielo do eccome!!!
 
Vi lascio con questa stupenda canzone cantata dallo stupèendo e portentoso Matteo Setti (che purtroppo si è infortunato nella tappa romana e quindi a Napoli è stato sostituito) )
 
  
 

Il Tempo Delle Cattedrali

 

Gringoire (Matteo Setti)

 

E’ una storia che ha per luogo

Parigi nell’anno del Signore

Millequattrocentottantadue

Storia d’amore e di passione

E noi gli artisti senza nome

Della scultura e della rima

La faremo rivivere

Da oggi all’avvenire

 

E questo è il tempo delle cattedrali

La pietra si fa

Statua, musica e poesia

E tutto sale su verso le stelle

Su mura e vetrate

La scrittura è architettura

 

Con tante pietre e tanti giorni

Con le passioni secolari

L’uomo ha elevato le sue torri

Con le sue mani popolari

Con la musica e le parole

Ha cantato cos’è l’amore

E come vola un ideale

Nei cieli del domani

 

E questo è il tempo delle cattedrali

La pietra si fa

Statua, musica e poesia

E tutto sale su verso le stelle

Su mura e vetrate

La scrittura è architettura

 

In questo tempo delle cattedrali

La pietra si fa

Statua, musica e poesia

E tutto sale su verso le stelle

Su mura e vetrate

La scrittura è architettura

 

Qui crolla il tempo delle cattedrali

La pietra sarà

Dura come la realtà

In mano a questi vandali e pagani

Che già sono qua

Questo è il giorno che verrà

Oggi è il giorno che verrà